Progetti sostenuti - 2014

  • Infodrog, 2014. Il Congresso europeo di riduzione del danno ha principalmente promosso lo sviluppo del pilastro della riduzione del danno in Svizzera e in Europa e ha rafforzato la collaborazione tra gli attori coinvolti. Con l’organizzazione di questo Congresso in Svizzera, la politica elvetica innovativa in materia di dipendenze ha avuto l’opportunità di presentare in maniera prominente la sua esperienza di quasi 20 anni a un vasto pubblico internazionale. Il Congresso ha fornito una piattaforma ideale per il dialogo. Circa 700 professionisti provenienti da diverse città hanno scoperto “modelli di buone pratiche” e hanno raccolto idee e suggerimenti per il loro lavoro.

    Sito del congresso

  • Radio FM-R, VD, 2014. La Radio FM-R è una radio comunitaria creata da consumatori per consumatori di droghe durante la settimana vodese di sensibilizzazione e d’informazione sull’epatite C (settembre 2013). Questa esperienza è stata molto ben accolta e il fondo di impulso ha permesso di ripetere l’esperienza durante la seconda Conferenza europea sulla riduzione del danno (dal 7 al 9 maggio 2014, Basilea). La radio web è uno strumento innovativo di prevenzione e costituisce un supporto complementare a quelli già esistenti (distribuzione di materiale sterile, brochure, etc.). Le competenze dei consumatori di droghe sono così riconosciute e possono trovare un modo di espressione. Gli utenti partecipano alla radio FM-R a titolo consultivo (microfono marciapiede, intervista, etc.) o partecipativo (presentatore, intervistatore, “tecnico”, etc.). La rappresentazione sociale degli utenti cambia passando dal paziente passivo al cittadino “consum’attore”.

    Sito della Radio FM-R
    Pagina Facebook
    Radio FM-R alla HRI2014

  • GREA, CH, 2014: Argumentaire sur la réduction des risques. Il s'agit de la réimpression de 10'000 exemplaires de la brochure à succès sur la thématique de la Réduction des Risques. En effet, la première impression (10'000 exemplaires en 2009) a été entièrement distribuée aux différentes institutions de la réduction des risques. Cette réimpression permet de poursuivre la diffusion de la brochure dans toute la Suisse romande et d’offrir un outil de communication sur une problématique complexe, dont le sens n’est pas toujours facile à comprendre pour le grand public.

    Brochure «La réduction des risques»
  • Fondation genevoise pour l’animation socioculturelle (FASe), GE, 2014: La campagna di prevenzione, chiamata «Lâche pas ton pote (non abbandonare il tuo amico)” offre uno spazio per parlare del consumo di alcol, di cannabis e del rispetto dei spazi pubblici. Due interventi di 3 a 4 ore alla settimana hanno avuto luogo durante 20 settimane. L’obiettivo principale era di sensibilizzare i giovani che hanno seguito la formazione e permettere loro di avere un effetto preventivo nel loro proprio gruppo. Si tratta di permettere ai giovani di intraprendere un lavoro cittadino e di prendere coscienza dei rischi del consumo di alcol e di cannabis. La valorizzazione dei giovani ha anche un impatto positivo sugli adulti che li frenquentano.

  • Fondazione Phénix, GE, 2014-2015: Scuola MDFT. Il progetto «Scuola MDFT» mira a trasferire gli elementi e i principi della terapia familiare multidimensionale (MDFT) nel quotidiano scolastico al fine di migliorare l’intervento precoce tra i giovani a rischio e di rafforzare, in particolar modo, la cooperazione tra la scuola e il sistema d’aiuto. A tal fine, dei team specializzati nell’intervento precoce sono state create in quattro scuole, formate e accompagnate da esperti della Fondazione Phénix. Gli elementi chiavie della MDFT includono una comprensione sia delle risorse sia dei problemi e la formazione di alleanze come elementi determinanti per il cambiamento.
  • Fachverband Sucht, CH, 2014-2015: Kooperation und Koordination in der Versorgung suchtgefährdeter und suchtkranker Menschen (Cooperazione e coordinamento nella gestione di persone che rischiano di diventare dipendenti e di persone dipendenti). La dipendenza è una malattia complessa, che non tocca solamente l’individuo fisicamente e mentalmente, ma influenza anche tutto il suo ambiente circostante. Un trattamento ottimale prevede quindi una cooperazione e un coordinamento stretti tra gli attori dell’aiuto nell’ambito delle dipendenze da una parte e dall’altra tra l’aiuto nell’ambito delle dipendenze e gli ambiti vicini/le cure di base.
    A seguito di un congresso specializzato in novembre 2014, il progetto analizza la necessità di un’azione e definisce 10 campi d’azione. A tal fine, sono state definite delle misure con un gruppo di accompagnamento interdisciplinare per migliorare la cooperazione e il coordinamento. I risultati del progetto sono strettamente correlati alla Strategia Nazionale Dipendenze dell’UFSP.

    Rapporto finale (in tedesco)
    Tabella con le azioni previste (in tedesco)
  • Suchthilfe Region Basel, Basilea Città, 2014-2015: Start?Klar! (Partenza?Chiaro!). Programma d’intervento precoce per i giovani con un consumo potenzialmente a rischio (alcol, cannabis e Internet). Il programma è realizzato in diversi ambienti in cui i giovani con un consumo potenzialmente a rischio possono essere raggiunti, ad esempio le scuole medie e superiori, le comunità giovanili, le istituzioni d’integrazione professionali e le aziende formatrici. Il programma si compone d’interventi modulari nelle scuole sotto forma di corsi in cui i giovani si confrontano su temi del consumo d’alcol, di cannabis e d’Internet. Le persone chiave come i professionisti responsabili (gli insegnanti e gli accompagnatori) sono sensibilizzate e attivamente implicate nella concezione dell’offerta.