Vita notturna

La vita notturna non costituisce un nuovo fenomeno ma nel corso degli ultimi 15 anni sono stati osservati alcuni cambiamenti, soprattutto in seguito all'emergenza della cultura tecno. Per gli adolescenti e per i giovani adulti, le uscite serali hanno una valenza maggiore. Il conseguente impatto sulla salute pubblica attraverso il consumo di sostanze dure e di alcol, nonché l'aggravio per lo spazio pubblico sono discussi in modo controverso dai media e in politica. Di fronte a questi fenomeni, la prevenzione e la riduzione del danno hanno reagito rapidamente. Negli ultimi due decenni sono infatte sorte diverse offerte nell'ambito del lavoro di prossimità, del controllo mobile delle sostanze e il label Safer Clubbing.

Safer Nightlife Svizzera (SNS)

SNS è stata fondata nel 2011 da Infodrog in collaborazione con Streetwork Zurigo e Safer Clubbing. Tra le competenze della rete ci sono la vita festiva notturna, il consumo di sostanze e i rischi susseguenti sulla salute. La rete fa ufficio di centro di contatto e d’informazioni per tutte le domande sul tema della vita festiva notturna, coordina e mete in rete gli operatori della ricerca e della pratica e sviluppa le basi per i professionisti e i responsabili di comuni, città e Cantoni. Con il sostegno dell’Ufficio federale della sanità pubblica, la rete di competenze può continuare a svilupparsi nel corso dei prossimi tre anni. Ulteriori informazioni sulla rete SNS si trovano nella prima parte del Rapporto di attività. Ma prima, ecco una breve digressione sulla vita festiva notturna.

Factsheet SNS
Rapport des activités 2013-2014 (in fra.)
Rapport des activités 2012-2013 (in fra.)